La luce crea ombre e dona plasticità agli oggetti investiti direttamente o indirettamente da essa. Il tipo di luce, calda o fredda, diffusa o diretta, determina particolari effetti che influenzano il benessere psicologico e fisico delle persone. Una luce calda rilassa mentre una luce fredda, cioè bianca, induce ad essere più concentrati e attivi.
Sapere come gestire la luce è fondamentale in fase di progettazione, eppure, molto spesso, questo aspetto viene tralasciato.  L’illuminazione deve essere gradevole e specifica in base ai vari ambienti della casa. Infatti in un’area per il relax è consigliabile optare per un’illuminazione calda, di intensità bassa e diffusa, mentre in un’area dove ci sono delle attività da svolgere e quindi è richiesta una particolare concentrazione, è meglio optare per una luce forte e concentrata. Negli ambienti come cucina e bagno di solito si utilizza una luce forte generale, mentre per soggiorno e sala da pranzo si predilige una luce media concentrata.

 

 

 

 

 

 

 

Con la luce si può anche “arredare”. Infatti l’applicazione di faretti permette di esaltare un quadro o un complemento di arredo o di caratterizzare uno spazio e con l’aggiunta di lampade di design, si può donare valore e caratterizzare l’ambiente.

    

 

 

Scopri come arredare e dare luce su Amazon —–>>>

Progettare con la luce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.